La La Land, una lezione

Candidato a quattordici premi Oscar, ambientato a Los Angeles (La-La),
cantato, ballato e recitato.

Quanto ci piacciono le canzoni che raccontano una storia, le emozioni che danzano abbracciate, i sentimenti che piroettano, il corpo che parla e la musica che l’accompagna. Quanto ci piace la poesia dei musical, che ti insegnano la lezione con un poco di leggerezza e con la speranza, che risuona fino all’ultima nota, di un finale felice. Quanto ci piacciono le gonne svolazzanti, le gambe che si intrecciano, i colori vividi e vivaci, le spalle nude, le mani in vita, occhi negli occhi, guancia a guancia.
Quanto ci piacciono le storie d’amore, l’esistenza di un prima di noi, di una vita in cui tu non c’eri, io non c’ero, eravamo due estranei che calpestavano lo stesso suolo, bevevano il caffè nello stesso bar, si inzuppavano della pioggia dello stesso cielo, ma ancora non sapevano di esistere. Quanto ci piace il primo incontro, il primo scontro. Quanto ci piacciono le scelte, le corse l’una incontro all’altro, le mani che si intrecciano, gli occhi che si chiudono. Ci piace tanto l’amore felice, i tanti sorrisi, i mille progetti, il sentirsi meravigliosamente liberi e capaci delle migliori cose.
Realizzeremo i nostri sogni, io e te.

Ma non è solo questo che ci piace di Ryan Gosling e di Emma Stone, che sono i protagonisti belli e talentuosi di questo film pieno di colore e di entusiasmo, ma la passione. E non semplicemente la passione reciproca, ma quella per l’arte. L’arte, che migliora la vita, perché non ferma l’immaginazione, ma la estende oltre i confini che ti sei imposto.
Non importa chi tu sia, non importa quello che gli altri pensano, non importa il pubblico che ti segue, tu crea! Che tu sia un pianista un po’ spiantato, che non riesce a limitare il proprio estro creativo, oppure un’aspirante attrice, che vende caffè e ripassa il copione in mezzo al traffico della città, tu non arrenderti, crea!

La La Land è una canzone d’amore che impartisce un’incredibile lezione.
Non chiederti cosa le persone che hai intorno vorrebbero da te, non chiederti se agli altri piacerebbe quello che tu hai da dire, non temere di non essere abbastanza bravo. L’amore per il tuo sogno, la passione con cui lo racconti, la tenacia con cui lo insegui sono parte di te, sono l’essenza di te, e non potrai mai liberarti di te stesso.
Quindi non rinunciare al tuo sogno per qualcosa che gli somiglia, non rinunciare a te stesso per paura di cadere un’ultima volta e non riuscire più a rialzarti. Continua a cadere, continua a rimetterti in piedi, ancora e ancora, finché qualcuno noterà le tue cicatrici e gli occhi brucianti d’amore e ti aiuterà a realizzare ciò per cui sei nato.

Perciò:

Here’s to the ones
who dream
Foolish, as they may seem
Here’s to the hearts
that ache
Here’s to the mess
we make.

La La Land – Audition

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...