La La Land, una lezione

Candidato a quattordici premi Oscar, ambientato a Los Angeles (La-La), cantato, ballato e recitato. Quanto ci piacciono le canzoni che raccontano una storia, le emozioni che danzano abbracciate, i sentimenti che piroettano, il corpo che parla e la musica che l’accompagna. Quanto ci piace la poesia dei musical, che ti insegnano la lezione con un poco…

Buona memoria

Due anni fa, visitai il campo di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau e, da allora, lo ricordo come il giorno di maggiore consapevolezza e incredulità vissuto fino ad oggi. La Seconda Guerra mondiale, la Shoah, il genocidio sistematico, il valore infimo riconosciuto alla vita di alcuni, la programmazione fredda e l’esecuzione precisa del piano…

Inconscio maledetto

Cosa faresti se ti fosse data la possibilità di tornare, per qualche ora soltanto, nei luoghi in cui sei stato più felice? Questa notte il mio inconscio mi ha messo davanti alla prova crudele del ritorno al luogo che amo di più con a disposizione non più di due ore per viverlo e assaporarlo ancora….

Niente, di Janne Teller

Cosa accade ad una classe di tredicenni quando un compagno di scuola decide di smettere di frequentare le lezioni per traslocare letteralmente sul confortevole trespolo di un susino, cullato nell’inquietante certezza che “Non c’è niente che abbia senso, è tanto tempo che lo so. Perciò non vale la pena far niente, lo vedo solo adesso.” ? La settima classe…

Granada, l’Alhambra e i giardini del paradiso

Ai piedi della Sierra Nevada, nel cuore pulsante dell’Andalusia, abbastanza in alto da renderla inespugnabile, siede, respira e vive una città, coraggiosa e fiera, che porta il nome di un frutto, la Melagrana, composto da tanti granelli, ciascuno con il proprio seme, la propria unica identità, che si sposa e si accompagna con quella di…

Ciò che amo di Siviglia

Il sole pomeridiano, caldo e splendente. Cancella le ombre per la strada, arroventa le pareti degli edifici, illumina i volti e abbaglia gli occhi. Il profumo del platano orientale e degli aranci, della terra bagnata dall’acqua delle fontane, dei caffè sempre aperti, dei piatti composti che escono caldi dalle porte delle taperie, delle foglie che…

Porto e l’amore per i libri

C’è una libreria a Porto che ha circa un secolo e mezzo di storia. Proprio davanti all’entrata si apre una scalinata, con il fondo rosso e le ringhiere di legno lavorato, che sale al piano superiore disegnando una danza serpentina. Al primo piano una caffetteria, qualche poltroncina affiancata da una lampada, dove qualche romantico siede…

Lisbona nella macchina del tempo

Sorge sulle sponde di un fiume, arroccata su sette colli. Sembra una storia già sentita, trita e ritrita, invece no. Il fiume si chiama Tago (Tejo) e muore nell’Oceano Atlantico, i sette colli hanno nomi impronunciabili ed è la capitale del Paese più occidentale d’Europa, il Portogallo. A una prima occhiata non la comprendi. È…